Italia: brutte notizie dalla commissione europea

La seduta odierna era partita in denaro, ma poi si è girata velocemente sulla seguente news proveniente dalla commissione europea:”.. Il Deficit/Pil strutturale dell'Italia, cioe' al netto delle misure una tantum e degli effetti del ciclo economico, nel 2019 peggiorera' passando dall'1,8% quest'anno al 3% l'anno prossimo e aumentando ulteriormente nel 2020 al 3,5%.”

Una previsione di deficit/pil al 3.5% nel 2020 è una previsione terribile e giustamente il mercato non può che preoccuparsi.

Leggendo la nota completa, scopriamo che la commissione europea attribuisce l’aumento del deficit ai seguenti fattori che aumenteranno la spesa pubblica:

  • Minimum income scheme (reddito di cittadinanza)
  • Higer flexibility for early retirement (quota 100)
  • Increased funds for public investment

Di seguito la tabella con le previsioni della commissione europea

Sottoscrivi un abbonamento Premium ed Effettua il log-in o registrati FREE per continuare a leggere per due settimane...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *