FtseMib: di nuovo long

Apertura odierna positiva per tutta Europa con la maggior parte dei titoli dello Stoxx50 in positivo, quindi ottimo segnale quantitativo.

Andamento odierno dei titoli dell'EuroStoxx50.

Anche sul FtseMib abbiamo buone indicazioni, con notizie ancora supportive dal settore bancario: i prestiti al settore privato a dicembre sono cresciuti del 2% A/A, con prestiti alle famiglie cresciuti del 2.7% e con quelli alle aziende cresciuti del 1.3%. Molto importante inoltre il dato delle sofferenze che a dicembre risultavano pari a 100 Bn, ovvero la metà di quando risultava a dicembre 2015. Questi dati confermano quindi il grosso lavoro fatto dalle banche in questi anni, vedremo se anche i corsi borsistici se ne accorgeranno.

Sul FtseMib: negli ultimi giorni abbiamo avuto una reazione tecnica armonica ed inserita in un quadro multi days ancora e stabilmente positivo, con una volatilità implicita che sta nuovamente calando (leggasi segnale bullish).

La resistenza significativa da violare, per avere un ulteriore allungo significativo, la troviamo sempre in area 20.000 ed il supporto da non violare nelle prossime sedute rimane in area 19.300-19.000.

Per il breve periodo segnaliamo che il nostro sistema sul FtseMib è ritornato long.

FtseMib trading system di breve: long con stop loss sotto quota 19.300, primo target 19.990.

Sul lato opzioni segnaliamo un PutCall ratio in netto aumento ieri sull'EuroStoxx e sul FtseMib rispettivamente a 1.9 e 2.53...buon segno rialzista!

 

 

ATTENZIONE: I DATI E LE INDICAZIONI CONTENUTE IN QUESTO REPORT SONO PURAMENTE INDICATIVI, I TITOLI AZIONARI CONTENGONO IL RISCHIO DI PERDITA DELL’INTERO CAPITALE. IL CLIENTE CHE USA LE INDICAZIONI OPERATIVE ED I DATI QUI CONTENUTI LO FA A PROPRIO RISCHIO E PERICOLO. LE INDICAZIONI PRESENTI IN QUESTO REPORT NON SONO DA INTENDERSI COME SOLLECITAZIONE ALL'INVESTIMENTO E NON SONO RACCOMANDAZIONI PERSONALIZZATE, PERTANTO NON COSTITUISCONO CONSULENZA FINANZIARIA INERENTI GLI INVESTIMENTI. LO SCRIVENTE POTREBBE AVER DETENUTO O DETENERE GLI STRUMENTI FINANZIARI OGGETTO DI COMMENTO NEL PRESENTE REPORT. NON C'E' GARANZIA IN FUTURO DI OTTENERE RENDIMENTI POSITIVI DAGLI INVESTIMENTI EFFETTUATI. SPECULARE SUI MERCATI FUTURES E DEI DERIVATI E' MOLTO RISCHIOSO E SCONSIGLIABILE PERCHE' LA PERDITA PUO' ESSERE DI MOLTO SUPERIORE ALL'INVESTIMENTO INIZIALE. 

Nel rispetto delle vigenti normative si specifica che in questo articolo il materiale è stato prodotto e diffusa al pubblico per la prima volta il  12/02/2019 alle ore 9.56. L’autore del presente articolo non si trova in un rapporto o circostanza da cui possa ragionevolmente attendersi la compromissione della correttezza della presente comunicazione o la presenza di eventuali conflitti di interesse. In particolare, l’autore non detiene una posizione corta o lunga netta superiore alla soglia dello 0,50% del capitale azionario totale emesso dagli emittenti al quale la raccomandazione si riferisce, e non detiene neanche indirettamente una posizione netta superiore alla soglia dello 0,50% del capitale azionario totale emesso dagli emittenti al quale la raccomandazione si riferisce anche indirettamente, non è un market maker o un fornitore di liquidità per gli strumenti finanziari dell’emittente, non ha svolto nei 12 mesi precedenti la funzione di capofila o capofila associato di un’offerta pubblica di strumenti finanziari dell’emittente, non è parte di un accordo con l’emittente sulla prestazione di servizi di impresa di investimento e non è parte di un accordo con l’emittente relativo alla produzione della raccomandazione.


A seguito di una personale valutazione dell’autore il grado di rischio comportato degli strumenti finanziari oggetto di valutazione nel presente documento è elevato.

Ad ogni buon conto, si ricorda che per loro stessa natura le affermazioni prospettiche comportano rischi e incertezze, in quanto relative a eventi e circostanze futuri, di conseguenza i risultati effettivi, le performance, i rendimenti e/o i risultati economici complessivi possono discostarsi significativamente da quelli descritti o suggeriti nelle affermazioni prospettiche contenute nel presente seminario.
In generale, si ricorda che l’investimento in strumenti finanziari comporta il rischio di subire delle perdite del capitale investito, che nella peggiore delle ipotesi può arrivare fino alla perdita totale dello stesso.
In considerazione di ciò, ogni eventuale decisione di investimento negli strumenti finanziari oggetto del presente seminario e il relativo rischio rimangono a carico del destinatario della stessa, che dovrà analizzare e approfondire, eventualmente facendosi affiancare da un professionista di fiducia, le caratteristiche di ogni strumento finanziario per verificarne la compatibilità con la propria pianificazione finanziaria personale e il proprio grado di rischio.
Non è previsto un aggiornamento dei contenuti di questo articolo.

Si rileva anche che l’autore del seguente materiale non è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e che pertanto potrebbe detenere alcuni dei valori mobiliari oggetto del seguente articolo.
Inoltre le informazioni contenute all’interno di questo articolo non costituiscono un servizio di consulenza finanziaria o un consiglio operativo, né costituiscono sollecitazione al pubblico risparmio, o a qualsivoglia forma di investimento.

I risultati presentati non costituiscono alcuna garanzia relativamente ad ipotetiche performance future.
Il materiale illustrato ha scopo puramente didattico, e l’autore, nonostante abbia messo la massima cura nell’elaborazione dei dati e dei testi, declina ogni responsabilità su eventuali inesattezze dei dati riportati e chiunque investa i propri risparmi prendendo spunto dalle indicazioni riportate, lo fa a proprio rischio e pericolo. Infine si sottolinea come i diritti di riproduzione, parziale o totale, dei contenuti del report siano connessi solo dietro permesso scritto dell’autore e con espressa citazione della fonte.

La informiamo che l' utilizzo non autorizzato del messaggio o dei suoi allegati potrebbe costituire reato. Grazie per la collaborazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *