Dati Macro deludenti, ma l’Europa tiene

    Gli odierni dati macro sull’Europa sono stati a dir poco deludenti, nonostante ciò gli indici europei stanno per chiudere con flessioni minimali ed ampiamente sopra i minimi del giorno. Sul FtseMib nello specifico la tendenza multi days resta in ampio range (vedasi grafico), tuttavia i nostri indicatori intraday restano positivi con un chiaro flesso positivo sul nostro indicatore proprietario di momentum:  

Asset Class positive cercasi

Il 2018 si chiude con un trading range prolungato e volumi in costante calo a dimostrazione di come in un anno dove tutti i gestori ed i fondi chiuderanno in negativo, la principale preoccupazione degli istituzionali rimane quella di non mettere altri denari sui mercati e ricominciare nel 2019 con il contatore delle performance di nuovo a zero. Le tabelle riportate sotto mostrano la performance a 1 anno (terza colonna)… Read Article →

BCE: tutto quasi come da attese

Oggi abbiamo con attenzione ascoltato la conferenza stampa di Draghi, vediamo i punti principali: Fine QE confermato per fine dicembre I tassi rimarranno fermi almeno fino a fine estate 2019 Il reinvestimento dei titoli in scadenza (circa 200 Mld di euro) continuerà per un periodo prolungato Le specifiche sul reinvestimento (capital Key) significano più acquisti in Bund meno in BTP I rischi per l’economia sono Bilanciati TLTRO è stato menzionato… Read Article →

Notizie positive diffuse

Per una volta le news delle ultime 24 ore sono state positive a livello globale: accordo Ue Giappone per la rimozione dei dazi su generi alimentari, non è passata la sfiducia alla May che quindi rimarrà in carica per completare l’uscita dall’Ue, Il governo italiano ha proposto deficit al 2.04% dal 2.4% precedente e ultimo ma non ultimo, pare che fra Cina e Usa le tensioni commerciali si stiano stemperando…. Read Article →

Un Buy adatto al Buon Padre di Familia

Il Buy di ieri sull’S&P500 incomincia già a darci qualche soddisfazione e quindi, essendo un buy contro trend, suggeriamo di inserire un stop profit sul prezzo d’entrata. Oggi invece vi segnaliamo un acquisto non solo di brevissimo periodo, adatto quindi anche ai “Buon Padri di Familia”! La nostra analisi è di tipo macro politica: vediamo un accordo Italia Ue molto vicino e crediamo che l’affaire Francia potrà dare supporto anche… Read Article →

S&P in doppia cifra nel 2019?

Continuiamo la rassegna dei nostri Outlook per il 2019 con 12 grafici imperdibili fonte Citi. Come potete immaginare la maggior parte degli analisti sta prevedendo un 2019 particolarmente negativo per gli asset a rischio, Citi al contrario ha una visione piuttosto costruttiva che ci sentiamo di appoggiare, soprattutto per ciò che riguarda la previsione sull’ S&P (noi in realtà siamo un po’ più cauti) e sull’Oro. Grafici chiari e semplici….cosa rara!… Read Article →

Grafico del giorno: SP e se fosse un minimo?

In questi giorni stiamo vedendo molta negatività su mercati azionari mondiali ed anche l’S&P500 è ritornato su un supporto da dir poco importante di medio periodo. Una rottura multi days dello stesso sarebbe quindi molto negativo per l’indice Usa, tuttavia in nostri indicatori di sentiment sono su degli estremi negativi e quindi un rimbalzo potrebbe essere molto vicino. Aggiungiamo inoltro un grafico molto interessante, ovvero la differenza fra massimi e… Read Article →

Economia Europa: qualche segnale positivo

Le borse europee restano negative, ma qualche rimbalzo incomincia a vedersi con il settore utilities fra i leading: Sull’Italia segnaliamo il dato sulla produzione industriale di ottobre in linea con le attese, ma con revisione del dato precedente all’1.4% dal 1.3%:Produzione Industriale italiana. Fonte Bloomberg. Interessante inoltre il Cesi sull’Europa:Citi Economic Surprise Index. Fonte Bloomberg. Per i prossimi giorni i dati economici sull’Europa saranno quindi molto importanti poiché, una loro eventuale… Read Article →

Laboratorio: un Etf sotto la lente

La passata ottava si è chiusa con importanti negatività per tutti i principali indici azionari mondiali e le prospettive per le prossime sedute, non sono attualmente esaltanti. Partendo dal Dax: un importante supporto di medio lungo periodo è stato violato e quindi, la situazione tecnico grafica è ritornata estremamente precaria. Solo un recupero di quota 11.170 renderà l’attuale rottura ribassista un falso segnale, al contrario prepariamoci per i prossimi target… Read Article →

2018: l’anno in cui nessuno ha guadagnato

  L’accordo per impedire nuovi dazi da gennaio tra Cina ed USA sancito al G20 avrà effetti positivi molto marcati perché elimina un fattore di incertezza macroeconomico di medio termine. Certamente non si tratta di un accordo per ridurre i dazi già in essere ma almeno evita una escalation, evento al quale i mercati si erano preparati ed per il quale avevano scontato nei prezzi una discesa dei valori nelle… Read Article →